NFT: cosa sono e come funzionano

Home » NFT: cosa sono e come funzionano

Bisogna sapere che gli NFT sono dei token non fungibili (dispositivo di sicurezza), in altre parole, sono “documenti” creati per compravendite di opere d’arte digitali. Tutti parlano del mercato degli NFT, ma in realtà cosa sono e come funzionano?

Con l’acronimo del termine in inglese Non-Fungible Token (NFT), è un insieme di informazioni digitali posti all’interno della blockchain, un registro pubblico dove va a memorizzare tutte le transazioni che vengono effettuate dalle criptovalute in maniera sicura, garantendo tutti i diritti e caratteristiche a un determinato soggetto.

I beni fungibili sono detti anche beni intercambiabili, ovvero possono essere sostituiti in maniera semplice e veloce con altri della stessa tipologia, come ad esempio: grano, olio, vino, denaro e i beni prodotti in serie. Invece quelli non fungibili (infungibili) sono beni particolari e non possono essere sostituiti gli uni con gli altri, ad esempio sono: un terreno, una casa, un quadro d’autore.

Acquistata l’opera con gli NFT, il compratore può solamente ricevere un “filevirtuale scritto in codice sorgente dove rappresenta un meme di un gatto, una GIF, testi di canzoni e così via.

In poche parole, chi acquista un’opera legata al token non acquista l’opera in sé, ma solamente l’eventualità di dimostrare un diritto sull’opera, tramite uno smart contract (protocolli informatici) provvisti di tutti i diritti legali e autentici, come se fosse una vera opera d’arte.

Quanto costa un’opera NFT

[torna all’indice]

Per visitare soltanto la galleria i biglietti costano 30 dollari, ma il prezzo aumenta a dismisura se si vuole assistere anche alle opera di Beeple.

Se si vuole acquistare un classico biglietto (non NFT) per partecipare ad entrambi gli eventi, varia dai 150 ai 175 dollari mentre se il biglietto è un NFT occorrerà pagare dai 475 ai 600 dollari. Per acquistare biglietti VIP dove includono alcuni vantaggi e privilegi, il costo del biglietto può arrivare fino a 2.500 dollari.

Chi è Beeple?

[torna all’indice]

Michael Joseph Winkelmann, conosciuto come Beeple o Beeple Crap, è un artista digitale e grafico americano, diventato famoso per aver realizzato la sua prima opera d’arte che raffigurava suo zio. Dopo più di 13 anni, realizzò un’opera chiamata “Everydays – The First 5000 Days“, un collage di cinquemila quadri digitali dal un valore 69 milioni di dollari, posizionandosi al terzo posto dopo Jeff Koons e David Hockney.

Informazioni contenute in un NFT

[torna all’indice]

Simile ad “libro mastro”, dove in questi blocchi vanno a contenere un’intera cronologia di transazioni effettuate fino ad oggi.

I dati inseriti e codificati all’interno del token sono pochi, perchè al sui interno non è possibile inserire file di grandi dimensioni, ma soltanto pochi elementi. Infatti, può contenere solamente il contratto informatico stipulato.

Ecco alcune opere più famose:

  • l’opera “EVERYDAYS: THE FIRST 5000 DAYS, 2021” dell’artista Beeple (69,3 milioni di dollari);
  • nove CryptoPunk, immagini da 24×24 pixel (16,9 milioni di dollari);
  • il CryptoPunk #7523 (11,8 milioni di dollari);
  • le opere della cantante canadese Grimes (5,8 milioni di dollari);
  • il codice sorgente del WWW scritto da Tim Berners-Lee (4,5 milioni di dollari);
  • il primo post di Jack Dorsey su Twitter (2,9 milioni di dollari);
  • il video del meme Charlie Bit My Finger (760.999 dollari);
  • il video del robot Sophia che dipinge (688.888 dollari);
  • l’immagine del meme Disaster Girl (500.000 dollari).

Creare un NFT

[torna all’indice]

Se si vuol creare un NFT, bisogna recarsi su Open Sea, una piattaforma più famosa al mondo per creare, vendere e collezionare le opere d’arte digitali.

Una volta registrati, si avrà accesso allo smart contract, in modo da poter iniziare a realizzare l’opera d’arte ad un prezzo accessibile in base ai costi di transazione su Ethereum, oggi vale circa 50 euro. 

Le figurine Panini diventano NFT

[torna all’indice]

Anche le figurine Panini sbarcano su Blockchain per poter diventare un NFT, si avete letto bene!

Al momento sono possibili acquistarle solamente in America, dove sono già disponibili diverse categorie di sport come il Football americano, NBA, UFC, NFL, Baseball, Hockey, Calcio e così via.

Gli NFT delle figurine, sono possibili acquistarli a prezzi che raggiungono migliaia di dollari, tra cui figurine rare e comuni, mentre per le figurine di calcio girano intorno ai 5 dollari.

Inoltre, attraverso l’applicazione Panini disponibile per il mercato americano, si possono anche scambiare e mettere all’asta le proprie figurine così da completare la propria collezione. Mancano ancora figurine del nostro campionato di calcio italiano, anche se la Lega Serie A ha accordato una collaborazione per lo sponsor con Crypto.com e con gli NFT per celebrare la Supercoppa Frecciarossa.

Leave a Reply